sabato 29 luglio 2017

Zucchero - Dopo Di Noi.avi

Gente della Notte - Jovanotti

Austria: arriviamo !!!


Come ogni anno, a inizio settembre, la tribù delle due ruote su Harley- Davidson si sposta in Austria. Un'occasione unica per contarci...e vedere se ci siamo ancora. Molti amici si sono defilati. E' il destino di noi tutti.
Gli anni, i guai, la crisi mietono vittime.
Ma, in ogni caso, vale la pena esserci.
Un 5 immenso a Voi tutti.

mercoledì 26 luglio 2017

ITALIA INFAME

Un maledetto giorno da infami.
L'infamia regna sovrana in questo Paese; lo so perfettamente ma, grazie alla mia ingenuità, ci riprovo. Ho qualche pratica da sbrigare. Parto consapevole. So che mi troverò di fronte a degli infami, dei buoni a nulla, di gente inetta, cinica, bara. Arrivo pieno di buon umore all'INPS di Atri. La signora che deve visionare la pratica non ha nulla da eccepire però!!! Con la faccia come il culo, un sorriso sardonico, mi dice: - vado in direzione e torno. Passano 47 minuti e io attendo. Sento parlare di tutto tranne che del mio problema. - Ritorna con il suo sorriso da persona repressa, privata di ogni gioia dalla vita, e mi dice: il programmino non funziona, deve andare ad un Patronato. La mia prima reazione è che la voglio scannare. Voglio vederla appesa ai pali della luce. Mi contengo a stento e dopo averle augurato ogni male possibile scendo a Roseto Via Pineto.  Ritrovo il Patronato in una via trafficatissima. Parcheggi zero. Mi faccio 2 km a piedi.
Entro e chiedo, per cortesia, se mi possono risolvere il problema. Attenda...
Dentro l'unico ufficio aperto al pubblico ci sono due donne; mi dicono che stanno parlando dalle ore 09,17. Ora solo le 12.05. Tre ore...
Mi affaccio una, due volte e se ne fregano. Parlano di ragazzi con piselli insufficienti alla loro bisogna, di auto da pagare a rate, Centri Commerciali convenienti, locali dove si acchiappa di sicuro. Parlano di Centri Estetici, di massaggiatori muscolosi, di godimenti ecc. 
- Rassegnato, dopo averle mandato affanculo, mi riavvio verso casa.
Pertanto: il mio Rosario aggiornato.
Stato di Merda: vaffanculo.
Padri di questa Patria di Merda: andate affanculo.
Sindacati e Patronati. Vaffanculo.
Signori del 27 del mese: siete una massa di cinici, bari, inetti, nulli.
Fate rimpiangere Mussolini, Hitler, Stalin, Somoza, Pinochet.
Avete fatto di questo Paese " Terra Bruciata ".
Che Dio vi Maledica per sempre e sempre.
G.R.


martedì 25 luglio 2017

Il Mago della Pioggia - Roberto Vecchioni


Non vi lascerò poltrire, perché la pigrizia alimenta la scontentezza, la cattiveria, la malizia e la maleducazione.

lunedì 24 luglio 2017

ALERT 4 Giallo

#Abruzzo: impera la #canaglia.
Quante battaglie per non far chiudere i piccoli ospedali; veri centri di Potere occulto e di mafie locali. Per farmi medicare un dito ( incidente da lavoro ) ho dovuto girare tutti i pronto soccorso e gli ospedali d'Abruzzo. Solo a Sulmona ho trovato qualcuno che si è preso la briga di curarmi. A pagamento.
Atri, Penne, Popoli ecc. vanno chiusi all'istante. L'Ospedale di Pescara va riformato. Adesso.
Gli Illuminati Vili Massoni che reggono O' sistema, sono delle vere e luride canaglie. Come il popolo bue che li segue e li osanna.
MALA TEMPORA CURRUNT.
CRIMINALI !!!

 


domenica 16 luglio 2017

Hola Teresita

Io ti ricordo ancora...
Esisteva, per noi, una preda che volevamo catturare ad ogni costo. E che c'importava ben più di qualunque ragazza: il sapere, la conoscenza, la cultura.
Anche per non finire nel girone più abietto: i pelandroni, gli appassionati di niente, quelli che battono sempre la fiacca e che si alzano dal letto a mezzogiorno. - Sapere e conoscenza hanno un suono vecchio, mentre la cultura fa arricciare il naso ad una marea di gente, mi dicevi sempre sottovoce.
Mi manchi davvero tanto Teresa carissima. Hai lasciato un vuoto immenso che stento a colmare fingendomi indaffarato.
La Tua amicizia è stato il dono più bello che ho avuto.
G.R.


giovedì 6 luglio 2017

L'avaro 2017

 
- Era così tirchio, avaro, che non mangiava per non andare a cagare e consumare la carta igienica e l'acqua dello sciacquone. Speculava su ogni cosa e, nei momenti di vera gioia, godeva nel vedere la gente morire di fame. Non pagava il canone Rai e non figurava in nessun elenco di contribuenti. Era il suo vanto. Però, quando le disgrazie, le guerre, mostravano il dolore altrui, godeva come uno scellerato figlio di una battona.
Aveva la foto di Hitler sul comodino e una frase gigantesca adornava la sua parete lato est: - La Patria ha il diritto di pretendere da ognuno qualsiasi sacrificio. Ordino perciò che ogni persona capace di tenere un fucile in mano venga immediatamente chiamata alle armi e inviata a combattere il Nemico indipendentemente dall'età e dalle condizioni di salute.
Adolf Hitler 23 settembre 1944
@
 
Le Idi di luglio 2017.
Google ci comunica che il nostro sito non è adatto per i dispositivi mobili.
Non ce ne frega una beata minchia; l'esperienza della Rete è finita. Da un pezzo.
Alla fiera della vanità mondiale non abbiamo mai partecipato. Ci sovviene il grande Eraclito a erudirci sui mali delle anime. Da Facebook, che è diventata una latrina a cielo aperto, a Instagram: dove la gente vive per fotografarsi e dire: guardate dove sto, con chi sto e quanto sono fregno.
L'Io prevale su tutto e tutti e, ognuno, tira fuori il peggio di se.
Noi ci siamo tirati fuori da tanto tempo.
G.R.